Per Fortuna Hai Detto NO

cube version

Officina Giovani, Prato - 19 dicembre 2012
Coreografia: Elisa Romagnani
con: Madora Del Canto, Giada Picci
Video: Valentina Lapolla
Voce: Tiziana Cerri

C’è qualcuno che non si fa vedere, che non vuole farsi vedere, che si beffa, che scherza, che ci plasma e ci modella per fare di noi quel che vuole o siamo noi a giocare con lui, con colui che ci dice sempre NO? Noi siamo i beffardi, noi ci sentiamo vittime, burattini, ma non vediamo le mille occasioni che abbiamo per rendere speciale il percorso che ci è stato donato. Ogni cosa ha almeno due aspetti da mostrare, due strade da offrire. Ogni NO ha almeno due significati da farci scoprire. Scoprire… ecco la parola chiave, ecco ciò che non sappiamo fare. CERCARE. Noi amiamo TROVARE, avere, vedere, piuttosto che scovare, inventare, costruire. Ecco perché i no restano sempre e solo dei semplici NO. No può diventare GRAZIE, no può diventare AIUTO, no può voler dire “guardati intorno!”. No è tutto ciò che può essere anche si. No sei tu, ogni volta che rinunci a spostare le pedine sistemate dai guardiani.

 

La fretta del tutto-e-subito ci distrae dalle possibilità che possono svelarsi quando una strada si chiude davanti a noi. La scoperta che ogni NO può farsi occasione aprendo nuove porte è il fulcro della coreografia. La riflessione sul possibile dialogo tra destino e libero arbitrio è ciò che ci aspettiamo dallo spettatore.